Acerbi si infuria: “Bakayoko fomentatore dell’odio”. Ma il francese chiede scusa

Acerbi si infuria: “Bakayoko fomentatore dell’odio”. Ma il francese chiede scusa